giovedì 8 dicembre 2016

Seregno. La nuova viabilità del quartiere Sant'Ambrogio sarà contorta? Non importa, l'amministrazione comunale tira dritto

Uno dei temi che sta agitando il quartiere Sant'Ambrogio è la proposta della nuova viabilità di contorno al Piano Attuativo PAc-1. Gli abitanti lamentano diverse criticità che potrebbero "ostacolare" alcune attività commerciali della zona o creare percorsi tortuosi e pericolosi per raggiungere le proprie abitazioni.

Su questo argomento è stata presentata in Consiglio Comunale una interpellanza. La trovate di seguito insieme alla "non" risposta dell'amministrazione comunale.


Revisione della viabilità connessa al PAc-1
interpellanza presentata lo scorso 10 ottobre da Leonardo Sabia, consigliere comunale del PD di Seregno

Tra le pesanti criticità e inopportunità del PAc-1 (amnito di via Milano e via alo Stadio), va stagliandosi sempre più il progetto di modifica della viabilità attuale dell'area, che prevede la trasformazione a senso unico di percorrenza antioraria dell'anello composto da via Milano, via allo Stadio e via Toselli.

Considerato che:
  • l'area in questione è caratterizzata da intenso traffico continuativo con picchi nelle ore di punta, trattandosi del principale snodo meridionale di uscita e accesso alla città e meritando quindi quante più valvole di sfogo del flusso veicolare possibili;
  • l'area in questione si trova nelle immediate vicinanze di tre plessi scolastici (Mercalli, Rodari, Sant'Ambrogio) e dell'Ospedale di Desio, servendone direttamente gli enormi flussi di utenza;
  • molteplici,  sparse e sopratutto storiche sono le attività commerciali presenti nell'area in questione;
Rilevato che:
  • né la popolazione seregnese nè adddirittura i resisdenti del quartiere Sant'Ambrogio più prossimi e interessati dal piano attuativo sono stati informati e interpellati sulla trasformazione della viabilità nell'area in questione e sugli effetti conseguenti;
  • grande parte dei suddetti residenti si è allarmata non appena venuta a conoscenza del progetto di trasformazione viabilistica e dei suoi difetti, lanciando una raccolta firme che, al 10 ottobre 2016 e in poschi giorni di attività, vede come dato parziale l'adesione di già 130 persone, destinate ad aumentare;
Si interpella l'Amministrazione:
  • affinché il progetto di trasformazione viabilistico connesso al PAc-1 venga ridiscusso e profondamente revisionato, in modo da consentire una gestione razionale del traffico presso tale snodo cruciale, un deflusso veicolare con più soluzioni e a doppio senso di marcia lungo tutte le vie in oggetto, un collegamento rapido ed efficiente ai plessi scolastici e al presidio ospedaliero, e un'equa distribuzione dei vantaggi viabilistici tra tutti gli attori commerciali che insistono da lungo tempo sull'area e sul quartiere.

Risposta dell'amministrazione comunale del 24 novembre 2016
di Marco Formenti, assessore alle politiche ambientali e della mobilità
ed Edoardo Mazza, sindaco

Il Consiglio Comunale ha adotatto con delibera n. 67 del 3/11/2016, il PAc-1, basandosi su uno studio del traffico veicolare predisposto da una Società specializzata.
Ai sensi degli artt. 13 e 14 della L.R. 12/2005 gli eleborati costituenti il Piano attuativo saranno depositati nella segreteria comunale per un periodo continuativo di 30 giorni, ai fini della presentazione di osservazioni nei successivi 30 giorni.
Tali osservazioni saranno obbligatoriamente sottoposte all'attenzione del Consiglio comunale che dovrà analizzarle e votarle una ad una nella deliberazione che, approvando le controdeduzioni alle stesse, potrà apportare modifiche anche agli aspetti viabilistici accogliendo quelle eventuali proposte di modifica della viabilità che, inserite nelle osservazioni, dovessero meritare l'accoglimento purché, essendo adeguatamente motivate, siano rispondenti all'interesse pubblico.
Pertanto la deliberazione di approvazione definitiva del Piano risulta essere la sede istituzionalmente deputata per valutare, in un unico atto e sotto ogni aspetto, le legittime istanze dei cittadini residenti nella zona per migliorare gli aspetti viabilistici connessi all'approvazione del Piano attuativo in oggetto.


Seregno: una serata sulla Metrotramvia

Il Novimento 5 Stelle di Seregno organizza il 16/12/2016 alle ore 21 in Sala Monsignor Gandini in via XXIV Maggio una serata informativa sulla Metrotramvia.

"Lo scopo della serata - precisa il M5S - è quello di spiegare perché un'opera all'apparenza ambientalmente sostenibile e difendibile non ci convince in quanto presenta numerosi punti critici".

All'incontro saranno ospiti i Comitati di Seregno che hanno organizzato la petizione "No Metrotramvia".

martedì 6 dicembre 2016

C'è un'aria pesante... in Brianza


(gdp) C'è un'aria pesante....e non è solo un modo di dire. Da inizio mese il Pm 10 alla centralina ARPA di Meda: 59, 46, 64, 95 e 102. Il limite di legge è 50. Non siamo ancora in provincia di Pechino ma quasi. Inutile dire che oltre a continuare con le nostre emissioni non facciamo nulla per contrastarle.

Da pochi giorni, in tutti i comuni della provincia, avendo aderito ad un protocollo con regione, i sindaci dovrebbero essere obbligati, dopo 7 giorni consecutivi di superamento dei limiti delle polveri sottili a disporre il divieto di bruciare all'aperto, anche per i tradizionali falò, a vietare i fuochi d'artificio e ad imporre limitazioni per gli impianti di riscaldamento, la combustione delle biomasse e la circolazione automobilistica. Ma nulla vieta di farlo anche prima, con ordinanze sindacali, vista la pessima qualità della nostra aria: l'ultimo valore registrato è il doppio del limite di legge!

lunedì 5 dicembre 2016

La "Befana sul Lambro" compie 30 anni: incontri, dibattiti ed una mostra per celebrarla


a cura della C.C.A e del Comitato per il diritto al Mito/Festa del bambino

Torna anche quest'anno "La befana sul Lambro" arrivata alla sua trentesima edizione. L'iniziativa, che nel tempo ha inventato una forma di lavoro collettivo e un linguaggio poetico inediti che attingono alla cultura popolare delle genti del fiume Lambro, si presenta con una mostra aperta al pubblico dal 7 di dicembre. Sabato 10 dicembre giornata di presentazione della Befana 2017.

Il tema di quest'anno sarà quello dell'incontro tra le lingue e del loro intrecciarsi e darsi respiro e vita a vicenda, nonostante e grazie alle loro irriducibili differenze. Al di là della pacifica idea della lingua madre o delle pura lingua paradisiaca - false garanzie dell'intesa perfetta - c'è un punto nascosto in ogni uomo e in ogni cultura, un tesoro che è quanto ha di più prezioso, incomunicabile e sorgente di ogni desiderio di avvicinarsi, di comprendersi, di diventare amici. Solo grazie a questa resistenza e solo al prezzo di un lavoro duro, al prezzo della fatica e della sopportazione del fraintendimento, forse impareremo a parlare una lingua di accoglienza.

L'arte e la poesia della Befana sul Lambro sono l'esito di un impegno tenace di tendere l'orecchio per mettersi all'ascolto di una voce muta che ha dato il colore all'avventura: la lingua delle sponde, del cielo sopra i riflessi dell'acqua, la lingua della memoria silenziosa di questa terra. Una voce alla quale corrispondere inventando un linguaggio nuovo che nessuno conosceva prima, che nessuno sapeva di poter parlare.

Ma non è questo il linguaggio della cultura popolare, una voce corale, di tutti e nessuno, di ogni uno?

e allora via ad inventare anche quest'anno nuove parole, a parlare sempre in altre parole ...

... lambralalanguabangla ...

Programma:

Mostra sui trent'anni della Befana sul Lambro

Mercoledì 7 dicembre INAUGURAZIONE MOSTRA
  • ore 11.00: Presentazione mostra. Apertura dalle 15.00 alle 18.00
Sabato 10 dicembre LA POETICITA' DELL'INFANZIA
  • ore 15.30: dibattito "L’immaginario, i bambini e il fiume" relatrice Dott.ssa Francesca Antonacci, pedagogista e ricercatrice presso l'Universitá degli studi Milano Bicocca
  • ore 15.30: (piano terra) laboratorio creativo per bambini e bambine, condotto da Narima Mason e gli operatori della CCA
  • ore 16.30: convivialità, presentazione e animazione del tema della Befana 2017: LAMBRALALANGUABANGLA, trent'anni di Befana, un fiume di lingue diverse.

lunedì 28 novembre 2016

Passeggiando in autunno tra i fontanili della Fontana del Guercio e Cascina Sant'Ambrogio

Domenica 4/12/2016 il Comitato per il Parco Regionale della Brughiera in collaborazione con il Parco Brughiera Briantea e con l' Associazione Amici della corsa di Carugo organizza una visita storico-naturalistica nella Riserva Naturale della Fontana del Guercio.

Accompagnati da “appassionati” del luogo e dalle Guardie Ecologiche Volontarie del PLIS Brughiera Briantea, verranno percorsi i sentieri fra boschi silenziosi e massi erratici nella Riserva Naturale della Fontana del Guercio fino a raggiungere il fontanile più importante: la Testa del Nan.

Si arriverà quindi alla Cascina Sant'Ambrogio dove alle ore 11,30 si svolgerà l'inaugurazione della nuova bachecha all'ingresso della corte della cascina, e dove si potrà partecipare al programma di festa della giornata (leggi qui).

Ritrovo:
ore 8.45 a Carugo (CO) al parcheggio delle scuole di Via XXV Aprile
Percorso su sentieri segnalati di circa 5 km (durata 2 ore e mezza)
Scarpe idonee per escursionismo.

Cascina Sant'Ambrogio a Carugo: lassù... in cascina fra arte, ambiente e cultura


Idea regalo natalizia dal WWF Lecco


Oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo, con il loro aiuto, permettono al WWF di portare avanti le sue sfide: più di 1300 progetti, dall’Italia all’Artico, dall’Africa alla Cina. Ma le minacce continuano, da ogni fronte: la deforestazione, il bracconaggio e il commercio illegale di specie vegetali e animali, i cambiamenti climatici. E’ fondamentale il contributo di ogni persona per difendere la Vita del nostro Pianeta, per salvare migliaia di specie animali e vegetali che rischiamo di perdere per sempre.

Per questo motivo, per consolidare l’azione del WWF nel mondo e consolidarne la presenza sul nostro territorio, l’Associazione WWF Lecco propone un’idea regalo natalizia originale, lanciando l’operazione “Regala il WWF - Un regalo per chi ami e per il mondo”. L’appuntamento con i lecchesi è per il prossimo 3 e 4 dicembre presso la Libreria Cattaneo a Lecco, in via Roma, dove l’Associazione sarà presente con un corner per raccogliere le iscrizioni. Sarà possibile diventare Socio WWF oppure, per chi già lo fosse, regalare l’iscrizione a una persona cara.

Oltre a potere ritirare immediatamente la tessera di Socio WWF, da mettere magari sotto l’albero, e che permette tra l’altro di entrare gratuitamente in tutte le Oasi WWF in Italia, per quanti si iscriveranno nel prossimo weekend presso il corner Cattaneo di via Roma, WWF Lecco riserva un dolcissimo omaggio offerto da ICAM, da tanti anni partner WWF in queste iniziative natalizie. Si tratta di una elegante scatola di cioccolati assortiti da degustazione del prestigioso marchio Vanini, dagli accattivanti profumi e straordinari sapori. I nuovi Soci potranno quindi ritirare la tessera e il “dolce omaggio”, ma non solo. Sempre in omaggio con l’iscrizione sarà consegnato il calendario illustrato da parete realizzato per il WWF da Reale Mutua Assicurazioni, una copia dell’ultimo numero della rivista Panda (o Panda Junior per i ragazzi fino a 14 anni) e altri simpatici gadgets offerti da WWF Lecco.

“Ma il più bel regalo” -commenta il Presidente WWF Lecco, Lello Bonelli- “sarà la consapevolezza di avere fatto qualcosa di concreto per se stessi e per l’ambiente, per la natura che ci circonda, per sostenere l’impegno quotidiano di tanti volontari WWF che in tutto il mondo, in Italia e anche nel nostro territorio si battono ogni giorno per Costruire un mondo in cui l'uomo possa vivere in armonia con la natura”.

La promozione è valida fino ad esaurimento dei materiali omaggio. Per chi volesse, dal sito WWF Lecco è possibile prenotare e pagare comodamente l’iscrizione, ricevendo una mail con allegato un coupon nominativo. Sarà a quel punto sufficiente recarsi il prossimo weekend al corner WWF presso la Libreria Cattaneo per ritirare tutto il materiale riservato al nuovo Socio.